San Massimo

Un po’ di storia

La casa di Nazareth di san Massimo è la seconda fondazione realizzata da Padre Igino Silvestrelli. Dopo di aver sistemato la casa di Boscochiesanuova e averne avviata l’attività in favore degli adolescenti, il Padre pensò ad un luogo dove formare gli educatori degli adolescenti. Padre Igino pensò allora di far costruire una casa di Formazione, che fosse vicina al seminario diocesano, e così i ragazzi potessero frequentare con comodità la scuola. Don Silvestrelli chiese anzitutto all’economo del seminario se potevano vendergli una parte dell’ampio terreno che lo circondava. Fu risposto che il terreno era tutto vincolato, per cui il Padre cercò tra i residenti vicini chi poteva vendere un po’ di terreno. Il signore, proprietario della vasta zona circostante, miracolosamente non solo cedette il terreno, ma lo regalò completamente. Lo stesso signore, che aveva una impresa edile, accettò di costruire la casa e di essere pagato un po’ alla volta, secondo la possibilità. Il contratto fu firmato il 2 settembre 1959. Dirà poi padre Silvestrelli: “Quando ho firmato il contratto avevo in tasca solo il Vangelo”. La casa venne inaugurata il 31 ottobre 1960.

Il vescovo Mons. Giuseppe Carraro stava facendo costruire il nuovo seminario, che doveva essere inaugurato per l’anno scolastico 1960-61. Ma i lavori erano in ritardo e non sapeva dove sistemare i chierici in attesa di ultimare i lavori.

Il 14 ottobre 1960 Padre Silvestrelli, celebrando la Messa, ebbe il pensiero chiaro che il vescovo avesse bisogno di lui. Per cui si recò in episcopio e chiese udienza al vescovo. Questi gli confermò che proprio in quelle ore aveva pensato di chiedergli in prestito, per qualche mese, la nuova casa, dove mettere i chierici diocesani. Il Padre non ebbe alcuna esitazione e prestarla. Da qual momento, fino alla morte, il vescovo nutrì per padre Silvestrelli una profonda e sincera stima.

Lo scopo della casa di san Massimo

Quando i chierici diocesani poterono lasciare la casa di Nazareth, vi entrò definitivamente la comunità dei Servi e delle Serve di Nazareth. Da allora tutto il lavoro è orientato alla formazione sacerdotale e religiosa degli aspiranti.

La casa è aperta anche per ospitare dei gruppi di ragazzi e adolescenti per giornate di orientamento vocazionale. I componenti della comunità sono sempre disponibili per colloqui personali, volti a capire i progetti di Dio sulla propria vita.

CONTATTI DELLA CASA DI NAZARETH DI SAN MASSIMO
via Card. Bacilieri, 5a
37139 Verona, VR
Italia

Telefono 045 8903942
Email: cdnsmassimo@gmail.com